Il 25 luglio è la Giornata Mondiale per la Prevenzione all’annegamento, come stabilito dall’Assemblea Generale delle Nazioni Uniti ad aprile 2021. È una decisione molto importante, che serve a sensibilizzare l’opinione pubblica e le persone sull’enorme impatto che ha l’annegamento su migliaia di famiglie e comunità, oltre che a educare a tecniche e accorgimenti per prevenire questo fenomeno.

 

Si stima che ogni anno siano 235.600 le morti per annegamento, la decima causa di decesso tra bambine e bambini nella fascia d’età 5-14 anni. Il 90% degli annegamenti avviene in paesi a basso-medio reddito in fiumi, laghi, pozzi, cisterne domestiche per la raccolta d’acqua o piscine. A essere più colpiti sono bambini e adolescenti che vivono nelle aree rurali.

 

Tutti gli attori coinvolti hanno evidenziato come sia necessario adottare urgentemente azioni coordinate e multisettoriali per prevenire questo tragico fenomeno. Tra le buone pratiche hanno inserito, ad esempio:

  • l’insegnamento del nuoto, delle misure di sicurezza in acqua e delle tecniche di salvataggio a giovani, famiglie e comunità;
  • la predisposizione di luoghi sicuri, lontani dai corsi d’acqua, per le bambine e i bambini in età pre-scolare (asoli nido ecc.);
  • l’installazione di barriere che regolamentino l’accesso all’acqua nei posti a rischio;
  • il miglioramento della gestione dei rischi derivanti dalle inondazioni.

 

 

L’annegamento è un fenomeno tristemente frequente nel Sudest asiatico. In Cambogia è la causa principale di morte per la fascia d’età 1-17 anni. In un paese attraversato da fiumi, canali e risaie, dove l’acqua è ovunque, annegare è un pericolo reale: ogni giorno annegano in media 6 bambini.

 

Come Helpcode, siamo presenti da anni nel territorio cambogiano. Non potevamo rimanere fermi a guardare questa epidemia silenziosa. Per questo, nel 2018 abbiamo deciso di iniziare un programma di prevenzione all’annegamento e di sicurezza in acqua rivolto alle studentesse e agli studenti delle scuole che sosteniamo, dei loro insegnanti, delle loro famiglie e delle loro comunità. Attuato in collaborazione con il Dipartimento provinciale dell’Educazione, Gioventù e Sport di Sihanoukville, il programma ha finora raggiunto 1.399 studenti e 224 famiglie della comunità di Sihanoukville e Kampot, nella parte meridionale del paese.

 

 

Nonostante la pandemia, abbiamo portato avanti il nostro programma di prevenzione all’annegamento attraverso dei video condivisi con le comunità e continueremo a farlo anche in presenza, appena possibile. Vogliamo far sì che ogni bambina, ogni bambino, ogni ragazza e ogni ragazzo della Cambogia non rischi più di annegare.

 

Unisciti anche tu a Helpcode per prevenire l’annegamento delle bambine e dei bambini cambogiani, regala loro un futuro.

 

Dona ora

 

Condividi:

Last edit:

  • English
Hi, you are surfing on our italian website, click here to access the english version