Riunire il nostro team è difficile. Siamo sparsi in 3 continenti, 8 Paesi e svariati fusi orari. Capirai che un’area relax e una macchinetta del caffè non bastano.
Abbiamo bisogno di uno spazio più grande, deciso con mesi di anticipo, e di un’occasione speciale: il team building.

Così, il 7 febbraio ci siamo trovati a Novi Ligure per quattro giorni di workshop formativo. Obiettivo: ragionare su di noi, sul nostro lavoro e su come renderlo più efficace. Può sembrare una seduta di psicoterapia ma, ti assicuriamo, è stato un incontro molto concreto.

 

La presentazione dei risultati di un esercizio di team building

la città labirinto: uno dei giochi di team building

 

Abbiamo costruito labirinti, che poi sono diventati la nostra città personale, per poi unirsi in regioni e, infine, negli Stati Uniti di Helpcode. Su un grafico, abbiamo tracciato i nostri punti di forza e di debolezza. Unendo i punti, come in un gioco de La Settimana Enigmistica, ecco apparire la rappresentazione delle nostre comfort zone: un guanto da forno, una farfalla, un aquilone… Abbiamo provato infine a vedere quante idee saremmo riusciti a produrre in un’ora. Alcune erano anche buone.

 

 

alcune persone concentrate in un'attività di team building

il team presenta il suo esercizio

 

Non hai capito molto? All’inizio, anche noi. Matteo e Corinna, i nostri facilitatori, ci hanno assicurato che confondere era la loro missione. Messi insieme tutti i pezzi, a mente fredda, la confusione ha lasciato spazio a una maggiore consapevolezza di Helpcode come una grande squadra.

Questa esperienza ci ha dato un grosso carico di entusiasmo. Stanchi ma pronti a prendere subito un aereo o una macchina. Ciascuno con la valigia piena di nuove idee, progetti e sorrisi.

 

Condividi:

Last edit: