Da qualche anno in Mozambico, specialmente nella capitale Maputo, si trovano vestiti, scarpe, bracciali, cappelli, custodie per computer e moltissimi altri accessori fatti di capulana: un rettangolo di stoffa colorata divenuto parte dell’identità del Mozambico. Rilanciata dagli stilisti locali nell’industria della moda, la capulana è “il vero vestito della donna mozambicana”, come dice Florinda Neto, responsabile delle attività artigianali per il nostro progetto “Cultura e pace mano nella mano per lo sviluppo di Gorongosa”, co-finanziato dall’Unione Europea.

 

Le capulane rimangono comunque legate alle tradizioni e all’uso che ne fanno milioni di persone. A partire delle mamme (e ora anche qualche papà, per fortuna) che le utilizzano come fasce porta bebè. Annodate bene sul petto in modo che il bimbo non scivoli, queste fasce per portare i bambini consentono ai genitori di svolgere le loro attività pur con un neonato al seguito.

 

L’uso della fascia porta bebè si è diffuso ormai anche in Italia. Grazie alla sua praticità d’uso, e ai numerosi studi che hanno dimostrato come migliori lo sviluppo psico-fisico dei neonati e il loro legame con i genitori, la fascia da noi è diventata una valida alternativa a passeggini e carrozzine. Tanto da essere inserita in molte liste nascite o richiesta come regalo dalle neo mamme.

 

Capulane, le fasce porta bebè mozambicane, in vendita in un negozioDelle capulane in vendita in un negozio.

Le fantasie delle fasce porta bebè mozambicaneDiverse fantasie di capulana.

 

Quale scegliere però tra le tante in commercio? Quelle originali! Sul nostro e-commerce puoi acquistare le fasce porta bebè di capulana del Mozambico. In 25 meravigliose fantasie, contribuiscono a sostenere le artigiane del distretto di Gorongosa.

 

Il ciclone Idai ha fortemente danneggiato le loro attività produttive. Ha inoltre distrutto case, scuole e la produzione agricola. Siamo presenti a Gorongosa da molti anni e stiamo lavorando per ricostruire le scuole danneggiate, per riabilitare i pozzi d’acqua e per far ripartire le attività produttive. Solo così la vita potrà tornare alla normalità dopo un evento disastroso come quello che ha colpito il Paese il 14 marzo.

 

Aiuta le artigiane di Gorongosa, i loro bambini e tutte le loro famiglie.

 

ACQUISTA
UNA FASCIA PORTA BEBè

 

In Mozambico, la capulana viene utilizzata in molti modi diversi oltre che come fascia per portare i bambini. Le donne che vivono nelle zone rurali l’avvolgono intorno alla vita con un nodo, con la stoffa che arriva quasi fino ai piedi; le usano per trasportare verdure dal campo a casa; ci si coprono le spalle per riscaldarsi quando fa freddo; la avvolgono intorno alla testa per ripararsi dal sole; la usano per coprire i bambini quando dormono.

 

Quando vanno in chiesa o a una cerimonia tirano fuori le capulane più nuove e belle, o si accordano per comprare insieme la stessa capulana e festeggiare un’occasione, come il 7 aprile, giorno della donna mozambicana.

 

Due donne del Mozambico vestite con abiti tradizionali
Laura Adamo e Marta José Samba, del ufficio Helpcode di Gorongosa, vestite di capulana per il giorno della donna mozambicana (7 aprile).

 

Le bambine spesso ricevono la prima capulana al momento della prima mestruazione, i ragazzi le portano in dono alla mamma della ragazza che vorrebbero sposare, le donne adulte le collezionano e le regalano alle figlie o alle nipoti, magari raccontando la storia o l’evento di famiglia che ha portato all’acquisto di quella capulana, che viene poi passata di donna in donna.

 

Per le coppie di sposi è abitudine scegliere un pezzo di questo tessuto e farselo regalare dagli invitati per il matrimonio. Con questa capulana, la sposa e lo sposo si fanno poi preparare un abito e la camicia da indossare per la cerimonia dello xiguiane: la sposa, il giorno dopo il matrimonio, viene accompagnata dai suoi genitori a casa dello sposo.

 

Inoltre, è comune indossare tailleur o completi di capulana anche al lavoro o nella vita di tutti i giorni.

 

Come hai visto, puoi usare una capulana come vuoi. Se hai figli piccoli, o conosci qualcuno che ne ha, è una perfetta fascia porta bebè. Se non hai figli, o sono ormai grandicelli, puoi farne un vestito variopinto, un pareo originale, una tovaglia etnica o qualunque cosa ti suggerisce la tua fantasia. Tutte idee con cui anche le neo mamme potranno riconvertire le loro capulane una volta che i loro piccoli saranno cresciuti.

 

Qualunque uso desideri farne aiuta le artigiane di Gorongosa colpite dal ciclone Idai.

 

ACQUISTA
UNA CAPULANA

 

Condividi:

Last edit:

  • English
Hi, you are surfing on our italian website, click here to access the english version